Celebrazione Nazionale di S. Francesco Patrono d’Italia 2003 

La Sicilia ad Assisi

Messaggio dei Vescovi

ai fedeli delle Chiese di Sicilia

Fratelli e figli carissimi,

in questo anno 2003, in occasione della festa di S. Francesco, la nostra terra di Sicilia è chiamata ad offrire l’olio e a riaccendere la Lampada Votiva che arde sulla tomba del Santo di Assisi.

Da quando Pio XII nel 1939 proclamò Francesco "Patrono d’Italia", per la quarta volta spetta alla Sicilia celebrare questo evento altamente simbolico.

In questo drammatico momento storico, nel quale "la Pace e il Bene" sono lacerati da una profonda ferita in tante regioni del mondo, Noi vogliamo riaffermare con forza il loro inestimabile valore per la dignità dell’uomo e il progresso dei Popoli.

La pace è Gesù di Nazareth il Cristo Signore della storia: è Lui che abbatte ogni muro di separazione e annulla le distanze tra i popoli, riconciliando tutti per mezzo della Croce, per annunziare la pace ai vicini e ai lontani (cfr. Ef. 2,14-17). Oggi il Crocifisso Risorto rinnova la consegna della pace perché, come gratuitamente l’abbiamo ricevuta, gratuitamente la condividiamo con tutti gli uomini nostri fratelli.

San Francesco, che ha vissuto la beatitudine della pace, ci richiama all’impegno di esserne testimoni credibili ed efficaci.

Accendendo la Lampada Votiva sulla tomba del Santo di Assisi, noi tutti Pastori delle Chiese di Sicilia, Autorità e Popolo della nostra amata Regione, ci impegnamo ad essere in Cristo "luce delle genti" nella storia dell’umanità. A Francesco affidiamo le speranze della nostra terra in un futuro pienamente luminoso.

Abbiamo incaricato il Movimento Francescano di Sicilia di organizzare il grande Pellegrinaggio Regionale che dal 29 Settembre al 5 Ottobre 2003 ci condurrà per le Celebrazioni Nazionali in Assisi, S. Giovanni Rotondo e al Santuario della Madonna di Pompei per celebrare l’anno Mariano del Rosario.

Siamo particolarmente vicini alle Sorelle Clarisse di Sicilia che celebrano il 750° Anniversario del Transito al cielo di Santa Chiara (1253-2003). Esse nel silenzio del chiostro sostengono con la loro con-templazione la vita delle nostre Comunità.

Noi pastori delle Chiese di Sicilia, nobilitata dalla gloriosa testimonianza di tanti figli e figlie eletti di Francesco, guideremo questo cammino verso Assisi con l’auspicio di giungere tutti insieme, rinnovati e riconciliati, all’incontro con Dio. Ci sia luce e sostegno la Vergine SS.ma, che noi veneriamo Odigitria, guida del cammino.

I Vescovi di Sicilia

 

Palermo 27 aprile 2003

II Domenica di Pasqua