Chiesa di S. Maria di Gesł

 

La chiesa e il convento annesso furno fatti costruire intorno al 1658 per volontà del principe Ferdinando Lancillotto Castelli. La chiesa si presenta ad unica navata, con coro posto su un livello differente rispetto al resto della chiesa. Colpisce, entrando, la maestosità della tela raffigurante Maria coronata da angeli, e ammirata dai santi Francesco, Cataldo, Maurizio e Chiara. Di rilievo è la custodia di respiro settecentesco oggi usata come tabernacolo. Le altre due tele sul presbiterio raffigurano S. Cataldo e la S. Geltrude Comensoli. Nelle pareti laterali sono stati costruiti altri altari, partendo da sinistra troviamo le spoglie mortali di S. Maurizio martire conservate in un’urna di indubbio rilievo artistico. A seguire un Crocefisso attribuibile alla scuola del Beato Umile da Petralia, contornato da affreschi. Conclude l’altare di S. Antonio da Padova. Sul lato destro, troviamo l’affresco e la tela raffiguranti due momenti della vita di S. Pasquale Baylon. Segue la statua in marmo della Madonna di Gesù, con affreschi a contorno. Conclude l’altare del bambino di Praga.